La casa dei De Filippo a Via Ascensione a Chiaia

La casa dei De Filippo a Via Ascensione a Chiaia

Via Ascensione Chiaia De Filippo Casa Storie di Napoli

Per quanto ad un turista possa sembrare un vicolo del Centro Storico, ci troviamo nel cuore di Chiaia, il quartiere famoso per il lungomare e i baretti.
Un posto affascinante, percorso il sabato sera dai ragazzi che sbagliano strada mentre si recano nei ristoranti etnici della vicina Via Bausan.
Mai fermarsi alle apparenze: molti scivolano senza saperlo davanti a una casa che un tempo era un vecchio rudere e che, nel 1900, vide la nascita di un certo Eduardo De Filippo. Visse in quella casa assieme ai fratelli Peppino e Titina. (c’è però una seconda corrente di pensiero che individua il loro luogo di nascita nella vicina Via Bausan)

Un panorama inaspettato per un quartiere dall’anima nuova. Prima che la città venisse ristrutturata nel 1870, infatti, Chiaia ospitava immensi e meravigliosi giardini con ville lussuosissime alternati a piccoli borghi di pescatori, come mostrano ancora oggi tante fotografie del posto.

A causa dei numerosi bombardamenti americani della II Guerra Mondiale, l’edificio dove nacquero i De Filippo, ridotto già male, fu uno dei primi a crollare. La strada ospitò prima un cinema all’aperto, poi, durante i tempi della ricostruzione, arrivò un condominio.

La casa dei De Filippo a Via Ascensione a Chiaia


Dopo mezzo secolo di colpevole silenzio, il Comune ha finalmente inaugurato nella strada una targa nella quale si ricorda la nascita di Peppino De Filippo, riparando ad un torto alla memoria durato più di cent’anni.

-Federico Quagliuolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like

L’Islam nel cuore di Napoli

Cosa conosciamo davvero dell’Islam? E qual è il modo migliore per imparare e conoscere se non andare direttamente sul campo? Guardarsi occhi negli occhi e riconoscersi? Scoprire realtà, mondi diversi e arricchirsi?
L'amore e il sangue dietro San Domenico Maggiore

L’amore e il sangue dietro San Domenico Maggiore

In questa chiesa ebbe inizio una delle tante storie che popolano ,con il loro vivido ricordo , le strade, i vicoli e le piazze di Napoli. La chiesa da cui partiamo è la Chiesa di San Domenico maggiore, sicuramente una delle più monumentali e affascinanti di tutto il centro storico partenopeo. Oggi però non mi soffermerò sulla sua storia, di quello ci occuperemo la prossima settimana.
Il Parco Virgiliano: la terrazza degli Dei

Il Parco Virgiliano: la terrazza degli Dei

Molti napoletani avranno di certo intuito che il luogo in questione non può che essere il Parco Virgiliano. Attenzione, Virgiliano, non Vergiliano. Difatti sebbene anche questo parco che troneggia sulla collina di Posillipo deriva la sua attuale denominazione proprio da un omaggio al sommo poeta, non è da confondere con il parco che ospita la sua tomba (nonché anche la tomba di Giacomo Leopardi).