La chiesa di S.Pietro a Majella

La chiesa di S.Pietro a Majella

10516885_1463195707293224_2874795731247588278_n

Fotografia di Federico Quagliuolo e testo di Valerio Iovane.

“San Pietro a Majella”: un nome singolare per un conservatorio di musica, vero? E soprattutto: cosa c’entra Napoli con i lontani monti della Majella? Lo scopriremo proprio grazie alla chiesa, che ha dato nome alla scuola di musica più importante del Sud Italia.

L’ odore dell’ incenso, la freschezza delle pareti antiche, la dolce musica proveniente proprio dal conservatorio, donano alla chiesa un senso unico di spiritualità. E pensare che dal duecento si trova lì, proprio come l’ architetto Pipino da Barletta, l’ aveva progettata. Ancora oggi la sua anima vaga nella chiesa, dove il suo corpo è sepolto. L’ ordine dei Celestini decise di dedicare la chiesa a colui “Che fece per viltade il gran rifiuto “. Di chi parliamo? Ovviamente del Papa Celestino V, Pietro Angeleri da Morrone ,che decise di rinunciare al papato e perciò posto da Dante nel girone degli ignavi. Il nome “San Pietro a Majella” fu dato proprio in memoria del romitaggio del santo sui monti della Maiella. Ma il santo Papa non era visto di buon occhio dagli ecclesiasti. L’ ordine dei Celestini fu cacciato ed il culto fu affidato ai Servi di Maria, gruppo di sette religiosi che si ritirarono a vita eremitica sul monte Senario nei pressi di Firenze.

Ma i Servi di Maria non si fermarono qui. A loro fu affidata una chiesa di cui vi abbiamo parlato spesso: ricordate la storia del Diavolo di Mergellina? Bene, la chiesa di S.Maria del Parto è tuttora gestita da loro, ma questo lo racconteremo a breve.

-Valerio Iovane e Federico Quagliuolo

Sostieni Storie di Napoli con una donazione o con un Patreon!

https://storienapoli.it/sostieni-storie-di-napoli/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like
vaiasseide

La Vaiasseide, ritratto di una città

vaiasseide Vaiassa: va·iàs·sa/, meridionale, sostantivo femminile Serva, fantesca. estens. Donna del popolo sguaiata e volgare, incline al pettegolezzo e alla rissa. Voce napol.; alterazione di bagascia. Quante volte abbiamo sentito il termine…
Tempio Iside Pompei misteri

Misteri Isiaci a Napoli

Gli Alessandrini furono gli iniziatori dei culti misterici ed esoterici che caratterizzano la nostra città: parliamo dei “misteri isiaci”, i più importanti e segreti di tutta la storia esoterica di…