I Ponti Rossi: la testimonianza dell’acquedotto romano del Serino

基亚拉萨拉西诺

quartiere di Napoli chiamato “红桥” è famosa per degli oggetti che, in realtà, non sono ponti. Si tratta infatti di ciò che rimane in superficie di un antichissimo acquedotto romano, quello del Serino, che scorre sotto le fondamenta di tutta Napoli.

Eppure quest’area, che va dal Bosco di Capodimonte fino ad arrivare a Piazza Grande, piena di palazzi e costruzioni recenti, al tempo della civiltà Romana era un luogo fertile e rigoglioso, ricco di campi destinati all’agricoltura.

红桥
I ponti rossi nel 1890: fotografia di Giorgio Sommer

I Ponti Rossi: traccia di un’opera senza pari.

Risalente all’epoca dell’ imperatore Claudio, l’acquedotto era un’opera dalle dimensioni a dir poco straordinarie. Rimase in funzione per secoli e fu distrutto da Belisario, nell’assedio del 536 d.C. quando assediò e mise a ferro e fuoco Napoli.
Poi mille anni dopo, agli inizi del Cinquecento iniziarono i lavori di ristrutturazione, per volontà di 唐·佩德罗·德·托莱多, che si interessò personalmente del progetto destinato al recupero di un così importante sito archeologico.

L’acquedotto inizialmente si estendeva per diverse miglia, dalle sorgenti dell’Acquara a Serino, nella provincia di 阿韦利诺, fino ad arrivare alla 奇异果游泳池 di Miliscola. la più grande cisterna dell’antichità che serviva a rifornire la Classis Misenensis, ovvero la flotta romana di stanza a Miseno. Questi ponti dell’acquedotto, nel loro percorso, davano anche i nomi a diversi paesi: ci viene in mente ad esempio l’ “arco” nella città di Pomigliano D’Arco. È un chiaro riferimento all’acquedotto

E’ proprio grazie a questo importante monumento che la zona prese il nome di “红桥“: infatti le varie arcate ricordavano la struttura di ponti ed il colore rosso era dovuto ai materiali usati per la sua realizzazione, principalmente 凝灰岩laterizi rossi.

Negli ultimi anni, grazie ad opere di volontariato da parte degli stessi cittadini napoletani, sono state effettuate diverse azioni di pulizia, fra le tante ricordiamo quella ad opera del Comitato “Insieme per i Ponti Rossi – Tiziana Amato”, dell’Associazione San Tarcisio ai Ponti Rossi 他出生于 Comitato Ponti Rossi.

——基亚拉·萨拉西诺

成为支持者!

只需一点点贡献,您就可以让坎帕尼亚最大的文化传播网站保持活力!为您带来诸多优势

2 条评论

Antonio Alfano 26 5月 2017 - 9:55

Io abito in quella zona; qualche anno fa dei “tifosi” decisero di dipingerli di azzurro per il passaggio della squadra in serie A. Si dovrebbero valorizzare reperti del genere partendo dalla consapevolezza di vivere in una città piena di storia!

答案

发表评论

错误: 注意: 您不能复制内容!