Non solo Pulcinella: gli altri personaggi della tradizione napoletana

Non solo Pulcinella: gli altri personaggi della tradizione napoletana

Non solo Pulcinella: gli altri personaggi della tradizione napoletana
Tartaglia

La tradizione popolare di Napoli è ricca di personaggi interessanti, alcuni un tempo anche più famosi di Pulcinella: chi sono “Tartaglia” e “Felice Sciosciammocca”? Vi hanno mai parlato di “Sarchiapone”, il barbiere pazzo ed omicida? E’ questa la buona occasione per conoscere alcune figure tipiche della cultura napoletana.


Tartaglia è un personaggio dall’aspetto goffo e divertente che ha un difetto: quando parla balbetta (in napoletano, ”tartaglia”). Ha un costume un po’ bizzarro : un vestito a strisce verdi e gialle, un cappello verde o bianco e degli occhiali tondi poiché ha una forte miopia. Non riuscendo a farsi capire dalla gente a causa del suo difetto, un po’ come Paperino, si arrabbia con sé stesso e storpia le frasi in maniera ridicola fra le risate dei suoi ascoltatori.


Felice Sciosciammocca letteralmente significa : colui che sta a bocca aperta. Il personaggio infatti è un ragazzo credulone ed ingenuo, caratterizzato da un linguaggio simile a quello borghese. A volte maestro di musica, a volte garzone, altre volte scrivano o farmacista egli è per antonomasia l’antagonista di Pulcinella. Mentre Felice Sciosciammocca rappresenta gli ideali della medio – borghesia, Pulcinella incarna lo spirito del popolo Napoletano. I due personaggi si differenziano anche nella gestualità : quella del primo è controllata e moderata, quella del secondo invece è molto intensa e spontanea.


Sarchiapone è una maschera creata nel settecento ispirandosi a Pulcinella e a Sciosciammocca. Di Sarchiapone sappiamo che è un ex barbiere pluriomicida che fugge costantemente pur di non scontare la pena in galera. Anche ad egli viene accostato un altro personaggio: Razzullo, un giovane furfante che cambia mille volti e mille mestieri pur di continuare a truffare la gente.


A Napoli tutto è arte, anche le stesse persone. Un po’ come nella commedia latina, la nostra città è riuscita a creare un personaggio per ogni volto della società presente, passata e futura.
-Valerio Iovane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accetto la Privacy Policy

You May Also Like
Silvestro, il poeta di Port'Alba

Silvestro, il poeta di Port’Alba

Silvestro, il poeta di Port’Alba Sono intenta ad avere una di quelle conversazioni negative che non si dovrebbero mai avere in una splendida giornata primaverile. Port’Alba è più frenetica del…