I giardini di Augusto e via Krupp, un paradiso nel cuore di Capri

I giardini di Augusto e via Krupp, un paradiso nel cuore di Capri

Immersi nel verde e circondati da un’atmosfera regale, i giardini di Augusto e la via Krupp sono famosi in tutto il mondo. Con i loro panorami suggestivi oggi costituiscono una tappa obbligata per chi visita l’isola di Capri.

I giardini di Augusto e via Krupp, un paradiso nel cuore di Capri

La storia dei giardini di Augusto

I giardini di Augusto nacquero su un terreno acquistato dal tedesco Friedrich Alfred Krupp. L’imprenditore aveva ereditato una prestigiosa acciaieria dal nonno con la quale fece fortuna, con la sua produzione prevalentemente di armamenti divenne l’uomo più ricco della Germania. Con i suoi floridi guadagni Krupp, amante di Capri, acquistò il terreno tra la Certosa e il Castiglione, con lo scopo di costruire sul posto una villa residenziale per i suoi soggiorni sull’isola. I piani di Krupp, però, non andarono a buon fine: la villa non venne mai realizzata. I terreni divennero bensì un giardino divenuto il più famoso dell’isola.

I giardini di Augusto e via Krupp, un paradiso nel cuore di Capri

Originariamente noti come Giardini di Krupp, i Giardini di Augusto vennero rinominati come tali dell’amministrazione comunale dopo il primo conflitto mondiale. Oggi costituiscono un’oasi verde dell’isola, dei giardini botanici che accolgono la flora tipica di Capri. Oltre a fiori ornamentali e piante di diversa specie sono anche presenti sculture in stile neoclassico e affascinanti terrazze sul mare.

Via Krupp

Dai giardini di Augusto il panorama che si ammira è unico: si gode di una vista a 180 gradi dell’isola di Capri, dalla Baia di Marina Piccola agli iconici Faraglioni. Più in basso è visibile una delle strade più suggestive e famose del mondo: via Krupp.

La strada è costituita da una serie di tornanti scavati nella roccia che scendono a picco sul mare. Venne costruita anch’essa per volere del tedesco Krupp. Il progetto era dell’ingegnere Emilio Mayer e consentiva un tragitto agevole e immerso nella bellezza che permetteva all’imprenditore di raggiungere da Marina Piccola, dove attraccava la propria imbarcazione, l’hotel dove soggiornava.

Oggi via Krupp non è percorribile per il rischio di caduta massi, ma resta uno dei simboli indiscussi dell’isola di Capri.

Laura d’Avossa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like