I libri da leggere per conoscere le basi della storia di Napoli

I libri da leggere per conoscere le basi della storia di Napoli

Ci chiedono spesso quali sono i libri da leggere per conoscere tutta la Storia di Napoli, quei testi immancabili che devono necessariamente figurare in tutte le librerie del vero innamorato di Napoli o di chi, incuriosito dalla città, vuol fare i primi passi in una storia lunga più di 2500 anni, dai primi insediamenti al Ducato e poi arrivando agli 800 anni di Regno.

Ne abbiamo selezionati alcuni che abbiamo letto e ci sentiamo di consigliare a chi cerca libri autorevoli per scoprire tutta la storia cittadina: troppo spesso, infatti, ci si ferma a raccontare solo la storia del Regno di Napoli, tralasciando momenti fondamentali del passato cittadino, fra epoca greca, romana e altomedievale.

Questo non vuole essere un elenco esaustivo, anzi, non vediamo l’ora di poterlo arricchire con nuovi suggerimenti.

Non proporremo tutti libri che si troveranno in libreria, ma anche scritti vecchi che devono solo essere rivalutati.

Breve storia di Napoli

Breve storia di Napoli, Di Mauro e Vitolo – una storia breve e compatta

Leonardo Di Mauro e Gianni Vitolo hanno realizzato un piccolo compendio davvero carino e pratico, oltre ad essere davvero economico: per meno di 10 euro si porta a casa un gioiellino perfetto per cominciare ad orientarsi nella Storia di Napoli: le pagine sono 160 e riassumono, con brevi e semplici tratti, tutto ciò che c’è da sapere sulla città, senza perdersi in chiacchiere, retroscena e curiosità.

Leonardo Di Mauro è un docente di architettura dell’Università Federico II, mentre Giovanni Vitolo è un docente di Storia Medievale della stessa università. Bastano questi nomi per garantire la qualità di un libro non molto conosciuto, ma perfetto per approcciare alla storia locale.

Il libro scelto dal nostro Daniele Nocera

Storia di Napoli Vittorio Gleijeses libri da leggere
La storia di Napoli raccontata da Vittorio Gleijeses

La Storia di Napoli, Vittorio Gleijeses – un libro per tutti

Un testo semplice, accessibile e completo. Vittorio Gleijeses non era uno storico, ma la sua capacità di rendere “digeribili” i concetti storici è a dir poco straordinaria e probabilmente deriva proprio dalla sua capacità pratica figlia della scuola militare da cui proveniva. Aveva un’ampia biblioteca sulla storia locale e, da lettore, trasformava i concetti assimilati in storie riassunte nei suoi numerosissimi libri.

È stato pubblicato in ben 3 edizioni ed è consigliabile prendere l’ultima dato che l’autore, per sua stessa ammissione, nelle precedenti è caduto in alcune imprecisioni, che in ogni caso non pregiudicano in alcun modo la qualità dell’opera: stiamo parlando di opere mastodontiche che divulgano genericamente la storia di Napoli, non di un testo accademico.

Il libro è facilissimo da trovare usato sulle bancarelle di Port’Alba o in qualche fiera dell’usato.

Altrimenti, online, lo trovi su eBay in tutte le sue edizioni.

Storia di Napoli - Antonio Ghirelli libri da leggere
Il libro di Antonio Ghirelli

Storia di Napoli, Antonio Ghirelli – un testo autorevole e completo

Uno dei libri più completi, intensi e belli sulla storia di Napoli. Antonio Ghirelli la storia di questa città l’ha vissuta per davvero, come giornalista che poi è arrivato fino a dirigere l’Ufficio Stampa della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Insomma, non proprio l’ultimo arrivato.

Non ha la penna magica e la creatività di Montanelli nella scrittura storica (e infatti il testo è decisamente lungo e impegnativo da leggere), ma ripercorre con dovizia di particolari una storia scritta in decine di migliaia di libri, riassumendola in 560 pagine in cui non si può perdere l’occhio nemmeno un secondo: ogni evento storico raccontato è immerso nel suo contesto sociale, con la descrizione di curiosità ed eventi fondamentali che hanno formato il carattere napoletano.

Un testo che sicuramente creerà tantissimi spunti da approfondire con nuove letture.

Il libro scelto da Leonardo Quagliuolo

Napoli nella Storia, Attilio Wanderlingh – il moderno

Chi è appassionato di fotografia antica (e sarà sicuramente frequentatore del gruppo Napoli Retrò!), conoscerà il nome di Attilio Wanderlingh perché ha curato una delle raccolte fotografiche su Napoli più interessanti di sempre, partendo dal 1861 e arrivando ai giorni nostri. Consigliamo di dare una occhiata ai vari “Storia fotografica di Napoli”, che sono dei prodotti di rara bellezza (qui un link di ebay).

Con il suo libro, “Napoli nella Storia”, ha invece voluto fare un’incursione nella storia cittadina dalla A alla Z. Si tratta di un libro moderno e pratico da leggere, che riesce a fare un breve riassunto in sole 200 pagine.

Il libro consigliato da Yuri Buono

Libri su storia di Napoli Luciana De Luca

Breve compendio a “Dell’Historia della città e del Regno di Napoli”, Luciana de Luca – la scelta per appassionati

Questo libro è una scoperta fantastica: l’autrice, Luciana De Luca, l’ha dedicato “a tutti i ragazzi d’Italia, spinta da uno spirito di straordinaria generosità e amore verso il futuro. Si tratta di un compendio di un testo ben più parziale rispetto agli altri: parliamo dell’opera di Giovanni Antonio Summonte, “Dell’Historia della città e del Regno di Napoli”, un libro stampato nel 1671. Il linguaggio del manoscritto originale è complesso e antico, come quello di Carlo Celano, ed è un documento inaccessibile a chi è alle prime armi.

Luciana De Luca l’ha semplicemente “tradotto” in un linguaggio attuale, riassumendolo e traendo tutto il meglio di ciò che bisogna sapere.
Summonte al suo tempo divise la Storia di Napoli in “epoche dinastiche”: fa infatti un ritratto ben puntuale di tutti i re di Napoli che si susseguirono dalla caduta del Ducato fino, ovviamente, al tempo dei viceré in cui lui visse: tralasciando alcune informazioni che magari sono di basso interesse per chi legge, come la lista dei ministri e dei nobili, si scoprono in poco più di 300 pagine curiosità, storie e informazioni sulla città e sulla sua evoluzione dal medioevo ai tempi di Carlo V. Un testo davvero prezioso che ci sentiamo di consigliare come piccola eccezione alla nostra lista di libri “completi” sulla Storia di Napoli.

Lo trovi su Ebay

Consigliato da Federico Quagliuolo

Gino Doria Storia di una Capitale libri su Napoli da leggere

Storia di una capitale dalle origini al 1860, Gino Doria – la scelta da intenditori

Gino Doria è stato uno dei più intensi conoscitori di Napoli, ma anche l’uomo che raccontò la storia di tutte le strade della città. Il suo libro più famoso è infatti “Le strade di Napoli”, che riguarda la storia urbanistica della città, strada per strada.

Nel caso di “Storia di una capitale”, Gino Doria fa un racconto chiaro e dettagliato in sole 300 pagine, quasi non si capisce come riesca a condensare tante informazioni in così poco spazio . Il dettaglio che colpisce e lascia incollati alle pagine è infatti l’agilità nella penna e la modestia dell’autore, che non si pone mai in modo antipatico o dando per scontate le conoscenze del lettore.

Il libro, però, si ferma all’Unità d’Italia e quindi non tratta tutti gli eventi fondamentali del Risanamento e novecenteschi, che hanno sconvolto completamente l’intera città in soli cent’anni.

Il costo non è indifferente (si tratta pur sempre di una lettura per appassionati con una tiratura molto bassa), ma è uno di quei libri di cui non ci si pente affatto di aver speso questi soldi.

Un consiglio di Federico Quagliuolo

Quali saranno i prossimi spunti di lettura che vorresti leggere? Scrivi nei commenti i prossimi temi da trattare!

2 comments
  1. sempre molto interessante. Ho in casa uno stradario di Gino Doria ereditato da mio padre e sto facendo un pensierino per l’acquisto della storia di Napoli dello stesso autore. Delle “Strade di Napoli è uscita una riedizione e della “Storia….. il prezzo mi sembra eccessivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like
Antonio Solario, "'O Zingaro": il fabbro diventato pittore per amore

Antonio Solario, “‘O Zingaro”: il fabbro diventato pittore per amore

Il pittore Antonio Solario fa capolino sullo sfondo degli affreschi da lui realizzati della chiesa monumentale dei santi Severino e Sossio. Un pittore eccezionale, tra i più famosi del XV secolo, che lavorò alla bottega di Lippo Dalmati e osservò da vicino i lavori dei suoi più illustri contemporanei in giro per l’Italia. Eppure la sua matita non si mosse sotto la pressione di un impulso artistico, ma -come spesso avviene nella storia- fu guidata dall’amore.